La vaporizzazione circoscritta con Laser CO2 serve per distruggere singole lesioni della pelle.
Il laser CO2 può essere anche usato in modalità ablativa per trattamenti di skin resurfacing  per rimodellare intere regioni del corpo.

Quando è indicata la vaporizzazione circoscritta con il laser CO2?

Il laser CO2 utilizzato in modalità vaporizzazione circoscritta viene usato per asportare singole e quindi circoscritte lesioni della pelle come:

  • cheratosi attiniche
  • cheilite attinica
  • cheratosi seborroiche
  • cicatrici post-traumatiche, cicatrici chirurgiche
  • condilomi ano-genitali
  • verruche virali
  • papillomi dal cavo orale
  • xantelasmi palpebrali
  • angiomi rubini milia (“grani di miglio”)
  • condrodermatite nodulare dell’orecchio
  • nevo sebaceo di Jadasshon
  • nevo epidermico
  • neoformazioni anessiali del volto (adenomi sebacei, idrocistomi apocrini, siringomi, tricoepiteliomi)
  • rinofima
  • carcinomi spinocellulari in situ in regione genitale o anale

Il laser CO2 in vaporizzazione circoscritta può essere utilizzato anche per asportare piccoli nevi melanocitari o epiteliomi basocellulari superficiali sempre dopo avere seguito una biopsia cutanea con esame istologico

Cosa fare prima del trattamento con laser CO2?

Per ridurre il rischio di macchie si consiglia di eseguire il trattamento su pelle non abbronzata.

Cosa succedere durante il trattamento laser CO2?

Il paziente verrà posizionato sdraiato sul lettino dopo aver rimosso oggetti metallici come orologi, anelli, gioielli ed aver indossato speciali occhialini metallici protettivi.
La sensazione avvertita durante il trattamento è quella di bruciore lieve e generalmente tollerabile per alcuni secondi / minuti. Per ridurre il disagio si può applicare una anestesia topica in crema o fare un’iniezione di anestesia locale prima di iniziare il trattamento.

Cosa fare dopo il trattamento laser CO2 in vaporizzazione circoscritta?

La cura della ferita è fondamentale per avere buoni risultati estetici è importante evitare di bagnare la ferita per almeno 3 giorni e di medicare secondo i consigli del medico.

Laser CO2 in vaporizzazione circoscritta: controindicazioni

Non vi sono controindicazioni assolute ma è bene segnalare precedenti cicatrici cheloidee o macchie cutanee.

Utilizzando il nostro sito Web, si acconsente all'impiego di cookie in conformità alla nostra cookies policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi